OSS-LAC: “One Stop Shops” Reinserimento sostenibile per migranti latinoamericani in situazione di vulnerabilità

OSS-LAC: “One Stop Shops”
Reinserimento sostenibile per migranti latinoamericani in situazione di vulnerabilità

HOME/2013/RFXX/CA/1018

Iniziato a novembre 2014, il progetto proseguirà fino a fine agosto 2016, con l’obiettivo di favorire un ritorno sostenibile attraverso meccanismi personalizzati di reinserimento psico-sociale, educativo e lavorativo, che permettano ai ritornati di iniziare, proseguire e concludere percorsi di integrazione socio-lavorativi di successo.

In quest’ottica, l’iniziativa ha istituito una rete di sportelli nei paesi d’origine dei migranti, in collaborazione con l’Organizzazione degli Stati Iberoamericani (OEI), ente inter-ministeriale capofila del progetto.

A chi si rivolge il progetto:
L’iniziativa si rivolge a cittadini di paesi terzi provenienti dai seguenti paesi latino-americani:

Bolivia
Brasile
Cile
Colombia
Ecuador
Paraguay
Perù
Uruguay

che presentino le seguenti caratteristiche:
• Persone (anche minorenni) che si trovano in Italia e che vivono una situazione di vulnerabilità: senza impiego, con deboli reti sociali in Italia e/o nel paese di origine, con necessità di sostegno assistenziale, psicologico o sanitario, gravi difficoltà economiche, donne vittime di violenza di genere e/o tratta e i loro figli.
Oppure:
• Persone (anche minorenni) già rientrate in uno degli 8 paesi latinoamericani coinvolti a partire dall’ultimo trimestre del 2013 in avanti. Tale condizione dovrà essere dimostrata attraverso biglietti o carte di imbarco del viaggio effettuato, timbro sul passaporto, etc.
I contributi economici previsti (descritti nella pagina seguente) verranno erogati nel paese di rientro, in maniera prioritaria a cittadini stranieri in condizione di irregolarità al momento della partenza dal paese europeo (che dovrà essere dimostrata mediante decreto di espulsione, permesso di soggiorno scaduto, dichiarazione di un ente che ha seguito il migrante prima del rientro, etc.)

NB. Le persone con cittadinanza italiana (o di un altro stato europeo) possono beneficiare del supporto del progetto per quanto riguarda la fase di orientamento/accompagnamento degli sportelli in Italia e nel paese d’origine, ma non possono accedere alle misure di sostegno economico.

 

Cosa offre il progetto

In Italia l’iniziativa mette a disposizione:
• Assistenza e orientamento nella fase pre-partenza, attraverso la formulazione di piani di reintegrazione personalizzati e la condivisione di informazioni sulle risorse disponibili nei paesi di ritorno (programmi pubblici e privati di sostegno all’inserimento lavorativo e abitativo, riconoscimento titoli acquisiti in Europa, etc.)
• Messa in relazione con gli sportelli del progetto attivi nei paesi sudamericani per il prosieguo del percorso dopo il rientro nel paese d’origine.
Questa fase potrà avvenire con incontri di persona presso l’ufficio di ICEI di Milano, a distanza (telefono, email) o tramite enti intermediari nelle altre regioni.

Negli 8 paesi sudamericani il progetto mette a disposizione:
• Una rete collaudata di sportelli in grado di fornire prima accoglienza, orientamento e messa in contatto con le risorse locali e nazionali.
• Elaborazione di un piano personalizzato di reinserimento socio-lavorativo (appoggio psicologico, percorsi formativi, abilitazione al lavoro, orientamento professionale, contatti con imprese, certificazione di competenze lavorative, supporto tecnico per l’autoimprenditorialità)
• Eventuale aiuto economico al reinserimento (600 euro a persona): la concessione di tale contributo verrà valutata caso per caso dallo Sportello del paese di rientro. Il contributo (cash), erogato in 2 o 3 rate, potrà essere speso dal beneficiario per far fronte a un’ampia gamma di esigenze relative al percorso di reintegrazione (bisogni in ambito sanitario, abitativo, formativo, occupazionale, etc.).
• Eventuale contributo per l’avvio/consolidamento di micro-attività imprenditoriali (1.200 euro), che verrà valutato dallo Sportello del paese di rientro sulla base di un piano economico condiviso con il beneficiario. Per accedere a questa misura, l’attività economica deve essere nella fase di avvio o già attiva. Il contributo (cash) potrà essere utilizzato, a titolo di esempio, per l’acquisto di macchinari, materie prime, affitti, strumenti di gestione, etc.
• Supporto continuativo e monitoraggio (12 e 24 mesi) per riadattare il piano di reinserimento e i servizi offerti.

Contatti
ICEI- Istituto per la Cooperazione Economica
Via Cufra, 29 Milano
Tel. 0236582772
Fax. 0236582762
Email: info@icei.it

Clicca qui per scaricare la scheda riassuntiva progetto

Clicca qui per scaricare il volantino 

Written by

Comments are closed.